259 Days

GIOVEDì 6 SETTEMBRE

YUNGBLUD

Ad Acquaviva arriva una delle nuove leve della musica British più osannate dalla critica. YungBlud, letteralmente “sangue fresco”, è un’artista che già nel nome dichiara di voler essere linfa nuova per e voce creativa della sua generazione. I suoi testi raccontano la quotidianità sociale, la protesta della gioventù, parole che richiamano la poesia accompagnate da una struttura musicale potente, un punk-rock con forti influenze hip hop.

Se dovessimo trovare una rockstar che unisca alcuni dei tratti migliori della musica del 21° secolo, assomiglierebbe a Yungblud. [NME]

L’artista diciannovenne usa i suoi testi appassionati e feroci insieme all’ispirazione pop-rock per richiamare l’attenzione su questioni di giustizia sociale. [BILLBOARD]

ANDREA LASZLO DE SIMONE

Nella rivoluzione che negli ultimi anni si sta attuando nella scena musicale italiana, De Simone è l’anomalia. Tra musiche oniriche e testi che parlano di tutte le mille fasi dell’amore, i richiami alla musica italiana degli anni ’70 sono fortissimi. Ma un artista come lui è capace di fondere passato presente e futuro, con produzioni di altissimo livello ed un album (Uomo Donna) che spazia da Battisti ai Radiohead, dai Beatles ai Verdena, tutto questo portato live dalla sua band di fiducia, indispensabili per trasportarci nel loro struggente mondo.

Un cantautore che, verosimilmente a cavallo di una magica macchina del tempo, unisce un retaggio battistiano alla mistica contemporaneità di un suono dilatato e un pensiero puro. [ROCKIT]

ROS

Selezionati da Manuel Agnelli sono l’orgoglio della Valdichiana, il power trio che è riuscito a sfondare le barriere della provincia per arrivare alla notorietà nazionale. Le soddisfazioni non mancano, dopo una serie di concerti di grande successo hanno aperto ad artisti del calibro di Marilyn Manson e A Perfect Circle, per tornare finalmente ad Acquaviva a conquistare casa.
Hanno sperimentato, non si sono mai traditi e hanno portato alta la bandiera della Toscana di esibizione in esibizione, di live in live. [VANITY FAIR]