19 Days

SABATO 9 SETTEMBRE

PENDULUM dj set &VERSE

Dietro questo progetto dei Pendulum ci sono i nomi dei dj El Hornet & MC Verse, che da Perth arrivano fino al palco del Live Rock Festival con il loro mix unico di sonorità che unisce drum & bass, breakbeat e hardcore punk. Proprio la loro ecletticità li ha resi tra gli esponenti del genere dubstep più famosi a livello internazionale.

Con l'assurda energia delle loro performance live, i Pendulum sono stati definiti da molti i “Prodigy” del nuovo millennio, avendo saputo unire il pubblico più da genere rock e il pubblico dei club. [ABOUT ENTERTAINMENT]

Non solo hanno spinto i confini del DJing, ma hanno completamente dissipato i confini di Drum 'n' Bass e Dance / Rock. [OUTLINE MAGAZINE]

Leggi tutto...

NOVA TWINS

Poco più che ventenni ed uno spirito punk innovativo derivato dal grime, sottogenere hip-hop di cui si fanno bandiere. Un basso, una chitarra e due voci, questo duo (che dal vivo è integrato con la batteria) impressiona pubblico e critica. Con suoni irascibili e testi graffianti che raccontano delle loro vite, le Nova Twins sono pronte a conquistare il Live Rock Festival.

Se ti scontri con un concerto delle Nova Twins sarai coinvolto in un conflitto di crossover. L’esperienza urbana dei loro temi e il ritmo delle loro acrobazie linguistiche si allineano alla scena grime. Stanno cambiando il genere, le mutanti stanno arrivando, sono rumorose e sono affamate. [NME]

Leggi tutto...

STREGONI

Nella complessità sociale dei giorni nostri, la musica può davvero unirci. Ci hanno pensato Johnny Mox e Marco BernacchiaakaAbove the Tree, girando i centri di accoglienza per l’Europa e suonando con migliaia migranti, musicisti e non, in una babilonia di ispirazioni e generi provenienti da Africa e Asia per infrangere muri e barriere.

La frustrazione quotidiana del richiedente asilo, fatta di attese e baratri burocratici, spesso non viene considerata dalle istituzioni, ma basta una melodia e un paio di percussioni per risvegliare le centinaia di migranti che vivono nei centri d’accoglienza. [LA STAMPA]

Il progetto Stregoni funziona così: i due musicisti arrivano in una città e si recano al centro di accoglienza migranti più vicino. Si fanno prestare un cellulare da uno degli ospiti del centro, chiedendo di scegliere una canzone da far ascoltare a tutti. Esortano tutti i presenti a prendere uno strumento e suonare, o cantare, o ballare. Dopo qualche ora, la band è formata. La stessa operazione verrà ripetuta la sera stessa, davanti a un pubblico. [NOISEY]

Leggi tutto...